Altri Sport
 

Reggio, la prima edizione del Memorial “Salvatore D'Anna”

In data odierna, 19 Settembre 2019, si è disputata presso il centro sportivo del XII reparto mobile della P.S. di Reggio Calabria la prima edizione del Memorial Salvatore D'Anna, gara di distensione su panca piana.
L'organizzazione è stata curata dalla A.S.D. XII reparto mobile, presieduta da Giovanni Sergi ed affiliata alla FI.P.E., in sinergia con la delegazione provinciale della FI.P.E. ed ha visto la congiunta partecipazione di sportivi appartenenti alla polizia di stato e di atlete ed atleti civili tesserati FI.P.E.
Importante il parterre delle Autorità sia sportive, presente anche il Presidente CONI Calabria Avv. Maurizio Condipodero, che di Polizia con i Vice Questori dott. Luciano Rindone e dott. Antonio Casciano, nonché del Primo dirigente dott. Antonio De Pascale, Comandante del XII reparto mobile e padrone di casa.
La manifestazione ha rappresentato l'occasione di stringersi gioiosamente, attraverso l'impegno agonistico, ai familiari di Salvatore D'Anna, alla moglie, al figlioletto, ai genitori e ad altri parenti, tutti presenti all'evento.
La figura di Salvatore, giovane valente poliziotto in forza al XII reparto mobile, purtroppo perito in luglio scorso per un incidente stradale, è stata ricordata ed onorata proprio attraverso un momento di pratica sportiva nel rispetto delle sue stesse passioni.
Non sono mancati momenti di vera commozione né, parimenti, prestazioni sportive significative.
Per la FI.P.E., il delegato provinciale dott. Antonello Battaglia ha porto i saluti del delegato regionale, sig. Marco Giovannini, ed ha rimarcato l'antico fertile intreccio tra la Polizia di Stato e la Federazione Italiana Pesistica, testimoniato dalla prolifica tradizione delle Fiamme Oro in ambito pesistica e rafforzato in loco, in ultimo, dalla sinergia formativa tra FI.P.E. Calabria e la Scuola Allievi Agenti di Vibo Valentia.
Per la Polizia di Stato, il dott. Antonio De Pascale ha sottolineato il gradimento per l'avvincente prova agonistica e per la proficua collaborazione con la FI.P.E., augurandosi che già nel prossimo futuro si rinnovino esperienze simili.
La composta emozione dei familiari di Salvatore D'Anna e l'attenzione gioiosa del piccolino sono state le medaglie più importanti che ciascuno dei presenti ha percepito proprie e, davvero, ci si è sentiti tutti nel posto giusto con le persone giuste.