Caso Pallaria, Scarpelli (Rifondazione Comunista): "E' emerso il vero volto del potere in Calabria"

"Ancora una volta è emerso il vero volto del potere in Calabria.

Questa volta senza mediazioni ed in maniera ancora più brutale data la drammaticità del periodo che stiamo vivendo insieme a tutto il mondo.

Ora il vero volto del potere in Calabria ha assunto la faccia ed il nome di Domenico Pallaria, intoccabile dirigente della Regione Calabria che la giunta Oliverio ha nominato nel 2018 Responsabile della Protezione Civile.

Una figura potente, passata indenne dal consueto cambio di colore della maggioranza regionale: centrodestra e centrosinistra per Pallaria ed altri dirigenti di alto rango pari sono. Incarichi e poteri gli vengono affidati senza soluzione di continuità. Qualche difficoltà, lo ricordava qualcuno oggi, Pallaria la ha avuta solo durante la giunta Loiero e siamo ben soddisfatti di essere stati tra coloro che hanno posto paletti in tal senso. Tanti di quelli che oggi gridano allo scandalo, cercando di addossare il "caso Pallaria" alla neopresidente Santelli, erano a fianco di Oliverio quando Pallaria assumeva funzioni importanti, e sono stati (guadagnandoci non poco) sulla medesima barca.

Già ieri sera, subito dopo la trasmissione, abbiamo richiesto le dimissioni di Pallaria. Ne abbiamo l'autorevolezza morale per farlo. Ora sono arrivate. Ma non ci fermiamo e rilanciamo. Proponiamo che alla guida della Protezione Civile Regionale ritorni il dottor Carlo Tansi, che ha sicuramente ben operato in passato, attirandosi l'ira funesta dei ceti burocratici e politici della Regione, la cui unica ragion d'essere appare lo spolpamento della cosa pubblica e la realizzazione dei propri interessi privati". Lo afferma in una nota il Segretario Regionale del PRC della Calabria, Pino Scarpelli.