Catanzaro
 

Catanzaro, Gironda: "Proposta legge regionale su precari sanità segno di condivisione e responsabilità"

"La proposta di legge presentata dalla Commissione regionale alla salute rappresenta certamente un segno concreto della volontà condivisa a tutti i livelli istituzionali di affrontare e risolvere la problematica dei precari della sanità calabrese". Lo afferma il consigliere comunale Francesco Gironda (Officine del Sud).

"L'iniziativa, su cui si è registrata la piena sinergia dell'organismo consiliare, può rappresentare lo strumento adatto per superare l'emergenza con il prolungamento dei contratti e porre le basi per una successiva stabilizzazione dei lavoratori, anche riguardo all'azienda ospedaliera Pugliese-Ciaccio interessata dal licenziamento di circa cento operatori tra infermieri e oss. Recepita quella che era la proposta avanzata dal sindaco Sergio Abramo, condivisa dal direttore generale del Dipartimento alla Salute della Regione, ora l'obiettivo primario deve essere quello di portare la proposta all'ordine del giorno del Consiglio regionale così da darne piena attuazione. Al contempo, con il medesimo clima di collaborazione e di impegno istituzionale e nel dialogo costante con il commissario Cotticelli, si dovrà portare avanti un confronto con il ministro Speranza per definire i correttivi necessari al Decreto Calabria e fare in modo che gli operatori precari vengano stabilizzati e possano essere finalmente riconosciuti quale importante patrimonio di esperienze e professionalità per l'assistenza sanitaria. Del resto, il fabbisogno di personale dei nostri ospedali attualmente, per essere totalmente soddisfatto, necessita anche del loro contributo, oltre che di tutti gli idonei delle graduatorie dei concorsi già espletati. Sono convinto – conclude Gironda - che, appellandomi al senso di responsabilità dimostrato dalla classe politica e dalle parti sociali, esistano i margini per una risoluzione positiva della vicenda".