Catanzaro
 

Catanzaro, contratti Istituzionali di sviluppo: l’ordine degli ingegneri incontra i sindaci

Prosegue sulla scia del confronto e della programmazione la promozione dei Contratti istituzionali di sviluppo (Cis) che ieri, a Magisano, ha fatto registrare la prima tappa di una fase operativa che fa seguito agli incontri attivati dalla Provincia di Catanzaro con i Comuni e con il partenariato istituzionale, sociale ed economico del territorio, per diffondere e far conoscere le opportunità che si possono cogliere con i Cis.

La tappa di ieri ospitata dal Comune di Magisano si inserisce nel contesto della convenzione firmata dal presidente della Provincia di Catanzaro, Sergio Abramo, con gli Ordini professionali degli Ingegneri e degli Architetti della provincia di Catanzaro per coadiuvare i Comuni al fine di rispettare il cronoprogramma tracciato e non correre il rischio di perdere un'importante opportunità.

A dare il benvenuto agli amministratori riunitisi nel comune presilano il sindaco Fiore Tozzo, consigliere dell'Ordine degli Ingegneri della provincia di Catanzaro, affiancato dal presidente dell'Ordine, Gerlando Cuffaro, e dal vicepresidente Giuseppe Stefanucci.

Hanno partecipato all'incontro amministratori e tecnici dei Comuni di Magisano, Simeri Crichi, Zagarise, Sersale, Sellia, Soveria Simeri, Cerva, Fossato Serralta, Petronà, Sorbo San Basile, Andali.

Cuffaro e Stefanucci hanno espresso il plauso per l'iniziativa ed hanno condiviso "l'approccio metodologico intrapreso dal presidente della provincia Sergio Abramo e dal dirigente Antonio De Marco" fornendo ai sindaci ed ai tecnici comunali presenti ogni dettaglio utile alla predisposizione dei diversi progetti.

Gli amministratori ed i tecnici intervenuti hanno indicato gli interventi ritenuti prioritari per i propri Comuni, manifestando l'esigenza di aumentare la competitività dell'offerta turistica delle aree interne per contrastare la tendenza allo spopolamento, promuovendo processi d'integrazione tra le aree interne e quelle costiere, anche con il potenziamento della viabilità.

Il cronoprogramma tracciato nel corso della riunione prevede il supporto tecnico degli ordini professionali per portare avanti il lavoro ed, a seguire, un nuovo confronto con la Provincia di Catanzaro.