Celluloide
 

Il video "Ostaggi" sbarca a Roma

Dopo la prima al "Cinema Vittoria" di Locri "Ostaggi" sbarca a Roma e conquista la capitale per l'originalità e la semplicità con cui un tema, quale quello del pregiudizio nei confronti della nostra terra, è stato affrontato attraverso la pellicola filmica. Il cortometraggio "Ostaggi" realizzato nell'ambito del progetto sociale "AQR per il sociale " con il patrocinio dei Comuni di Locri, Portigliola e Gerace e del Parco Archeologico di Locri e del Parco d'Aspromonte ha visto quali attori e cineoperatori protagonisti i lavoratori del call center Advisors di Locri partner di AQR Group all'interno del progetto "AQR per il sociale," un progetto di storytelling per la valorizzazione dei territori. Alla partecipata conferenza stampa avvenuta martedì, in occasione dell'inaugurazione di una nuova sede del gruppo AQR, erano presenti il sindaco di Locri Giovanni Calabrese, l'amministratore delegato del Gruppo AQR, Francesco Esposito l'autrice e regista, Cristina Maurelli - molto nota per essere l'ideatrice e regista dello storico programma televisivo "Bim Bum Bam"-, il Presidente dell'Associazione Liberi e Svincoli Giorgia Mosca e l'Amministratore delegato di Advisors Pasquale Calabrese. La conferenza stampa romana era stata preceduta dalla presentazione del video partecipativo avvenuta a Locri, lo scorso venerdì, nel corso di un convegno, moderato dalla giornalista Maria Teresa Criniti, dal titolo "Locride: la bellezza dei luoghi, la bellezza della gente". Alla serata locridea, davanti ad un numeroso e curioso pubblico e con la presenza del vicesindaco Raffaele Sainato, del Presidente del Consiglio Comunale Miki Maio, dell'Assessore alle politiche di sviluppo turistico Giuseppe Fontana e del Presidente della Commissione Pari Opportunità Domenica Bumbaca, sono anche intervenuti l'opinionista Klaus Davi, l'imprenditore eretico Massimiliano Capalbo e l'ex Presidente del Parco d'Aspromonte Giuseppe Bombino che hanno portato importanti testimonianze del desiderio di riscatto del territorio verificato ognuno nel corso delle rispettive esperienze nella Locride. "Ostaggi" vuole scoprire il vero volto di Locri, della Locride e dell'Aspromonte e per contrastare l'atavico pregiudizio nei confronti di un popolo e di un territorio. Un pregiudizio che fa male e spesso ha rappresentato una seria barriera per lo sviluppo. Il battagliero sindaco di Locri, esprimendo apprezzamento per l'innovativo strumento di comunicazione e ringraziando AQR per l'opportunità offerta al territorio, attraverso i lavoratori del locale call center, trasformati in attori e cineoperatori, ha evidenziato che solo chi ama la propria terra si impegna e si ingegna con azioni concrete per un possibile cambiamento. Questo il pensiero del sindaco locrese che ha voluto precisare che è in corso un percorso di cambiamento fatto di azione concrete e buone prassi che trovano l'apprezzamento quotidiano della popolazione che desidera un nuovo e diverso futuro per la Locride. Per il sindaco nessuno deve interrompere questo nuovo sogno che sta restituendo speranza ai cittadini e dignità e credibilità ad una città che vuole essere apprezzata per le cose belle, per essere la città di Zaleuco e di Nosside, per il parco archeologico, per le bellezze naturali e mai più per cose tristi e negative come avvenuto nel passato anche recente per colpa di un manipolo di spregevoli criminale che con la loro azione hanno infangato la il nome, la storia e la dignità di un territorio e del suo popolo. Queste sono le azioni positive che ci rendono orgogliosi e l'obiettivo è quello di creare occasioni di sviluppo culturale da diffondere su tutto il territorio nazionale, perché si possa abbattere quel preconcetto che da anni ci ha visti solo terra di 'ndrangheta". Entusiasta del progetto l'amministratore delegato del gruppo AQR Francesco Esposito che oltre ad aver finanziato l'iniziativa sta promuovendo il tutta Italia l'importante messaggio proveniente da Locri. "Ostaggi" continuerà a viaggiare e portare avanti il messaggio positivo che giunge da Locri e, dopo Roma e Milano con due tappe a gennaio, si partirà per la Germania dove è arrivata la richiesta di presentazione del cortometraggio da parte di un gruppo di professionisti calabresi che da anni lavorano all'estero.