Cosenza
 

Cosenza, Apicella: "Autostazione priorità per mio gruppo consiliare"

Si è svolta ieri pomeriggio una importante seduta della Commissione Consiliare Attività Economiche e Produttive sulla questione del rilancio e salvaguardia delle residue attività commerciali che si trovano nel quartiere dell'Autostazione e sulla sicurezza dei residenti. La Presidente Annalisa Apicella ha voluto ascoltare in audizione il Presidente dell'Associazione Brutia, Gino Mastroandrea, e un rappresentante sindacale delle Ferrovie della Calabria, Alessandro Toscano. Il primo e più evidente punto emerso durante la discussione, lunga e partecipata, è la necessità di un intervento costante da parte delle forze dell'ordine, anche locali. La Presidente si è impegnata personalmente a scrivere una nota indirizzata al Comandante dei Vigili Urbani con la quale chiederà possibilmente un presidio fisso ed una presenza dei vigili nelle ore di punta del traffico, in arrivo ed in uscita dei pullman, spesso bloccati dalle tantissime auto parcheggiate in seconda fila che creano caos, disordine ed il rallentamento del traffico cittadino.

La Presidente Apicella si è impegnata anche nel ricercare una interlocuzione con le Ferrovie della Calabria e quindi con la Regione per ripristinare il funzionamento delle telecamere esistenti e di proprietà delle stesse FdC.

"L'obiettivo della Commissione -ha detto Apicella – è arrivare entro due settimane alla convocazione di un tavolo tecnico con la presenza degli Assessorati coinvolti (Commercio, Lavori Pubblici e Trasporti) e le stesse Ferrovie della Calabria. Diventa urgente svolgere un'azione di pungolo e non lesinare forze affinché l'Amministrazione Comunale eserciti pressione sulle Ferrovie della Calabria e la Regione per assegnare all'Autostazione di Cosenza un contributo economico per la sua riqualificazione così come è avvenuto a Castrovillari. La questione del futuro spostamento dell'Autostazione è sul tavolo della discussione da vent'anni. E l'autostazione da 20 anni è sempre lì. L'Amministrazione cittadina in tutte le sue componenti, anche i consiglieri, deve dare risposte ad una istanza di sicurezza che proviene dalle persone che abitano nella zona, dai commercianti ai tanti ragazzini e alle loro famiglie che ogni giorno transitano per un luogo ormai diventato terra di nessuno e collocato a soli pochi metri dalla meravigliosa piazza Bilotti. Abbiamo famiglie preoccupatissime dei loro figli che vengono a Cosenza per la scuola. Ma è un'esigenza ineludibile anche trasmettere sicurezza ai tanti che vengono in città per gli acquisti e che sono quel modello di cittadino ambientalista cui questa amministrazione si rivolge. Una fascia di utenza che vogliamo assolutamente incentivare e non allontanare. L'Autostazione dunque, essendo crocevia di arrivi da tutto l'hinterland, deve diventare non il salotto buono ma il salotto accogliente e sicuro, un po' sulla scia di quanto accaduto a Roma con la stazione Termini a Roma. La consigliera Bianca Rende, intervenuta sul punto, ha sottolineato come il Decreto Minniti attribuisce al Sindaco un potere più ampio di applicazione del DASPO nei confronti di quei cittadini che compiono atti osceni o reati e che volendo si può fare molto".

La Presidente Apicella. sin da subito, sarà all'opera anche per studiare una proposta di ammodernamento del Regolamento dell'Autostazione e chiede il contributo di quanti vogliano fornire suggerimenti e proposte sensate.