Reggio Calabria
 

Operazione antibracconaggio nello Stretto: denunce in tutta la provincia

carabinieri forestali 500Servizio anti-bracconaggio a ridosso dell'area dello Stretto di Messina dei carabinieri forestali dei Nuclei Cites di Reggio Calabria e Catania e della Sezione operativa antibracconaggio e reati in danno degli animali. L'attivita' ha consentito di denunciare numerosi bracconieri a Oppido Mamertina, Taurianova, San Giorgio Morgeto, Feroleto della Chiesa, Montebello Jonico e Messina. In Calabria, riporta l'Agi, in localita' Castellace, e' stato denunciato un bracconiere intento ad utilizzare un richiamo elettroacustico per l'abbattimento di tordi bottaccio.

Un secondo utilizzava un'arma priva del prescritto riduttore. Poco piu' avanti veniva controllato un cacciatore che aveva abbattuto, tra gli altri, esemplari di tortora dal collare, specie nei cui confronti la caccia non e' consentita. Infine, in un uliveto situato nel territorio del comune di Taurianova, e' stato denunciato un cacciatore che aveva abbattuto degli esemplari di Fringuello.