Reggio Calabria
 

Una rete di associazioni: risposta integrata ai bisogni di ascolto e sostegno delle famiglie

Ieri a Piazza Italia, un cartello di organismi composto da Save the Children, Unicef, Camere Minorili, Avvocati Marianella Garcia, ha presentato le attività connesse all'apertura di uno Sportello Informativo e dei servizi trasversali connessi, già previsti da un protocollo stipulato nel 2017 e che si è da poco rinnovato. Presente il Comune di Reggio Calabria, attraverso l'Assessore alle Politiche Sociali, per supportare la rete di associazioni mediante i propri servizi. In un periodo contrassegnato dall'emergenza legata alla pandemia, la rete di organizzazioni estende la portata del proprio impegno attraverso la collaborazione con il Banco Alimentare. Le attività a sostegno di famiglie e minori in difficoltà avrà luogo all'interno del Tribunale per i Minorenni di Reggio Calabria e presso la sede del Centro Comunitario Agape. Tenuto conto delle misure di sicurezza sanitarie, si è deciso di continuare i colloqui attraverso delle linee telefoniche dedicate alla consulenza e all'assistenza, ma a seconda della criticità del caso e nel rispetto delle norme vigenti si potranno fissare degli appuntamenti c/o la sede dell'Agape. Il valore aggiunto all'intesa, tuttavia, è rappresentato dal sostegno del Banco Alimentare e dall'attivazione con modalità differenti degli aiuti ed ascolti. La rete, così ampiamente composta, agisce in una logica di reciproco scambio di esperienze, che vanno a rispondere a bisogni concreti di molti cittadini, portando avanti ciascuno lo specifico insito nella propria missione sociale. Il rapporto di collaborazione lanciato con il Banco Alimentare arricchisce ulteriormente la progettualità di questo percorso, finalizzato a dare risposte integrate alle necessità delle famiglie, che vivono spesso una doppia vulnerabilità quella economica e quella relazionale. Fondamentale risulta all'interno dell'accordo la continuità di garantire a chi si rivolge alla rete e quindi ad ogni minore in difficoltà ed ai suoi genitori la conoscenza dei propri diritti e fornire loro gli strumenti necessari per poterli tutelare; facilitare il rapporto con le istituzioni che si occupano di minori: Tribunale per i Minorenni, Comune e Servizi Sociali territoriali, ASP della Provincia di Reggio Calabria; favorire, ove possibile, la risoluzione dei problemi del minore attraverso l'intervento della rete associativa operante sul territorio provinciale (Provincia di Reggio Calabria), ciascuna secondo le proprie competenze ed i servizi svolti sul territorio.

L'Avv. Lucia Lipari, per gli Avvocati Marianella Garcia e portavoce della rete, ha posto l'accento sull'importanza di promuovere azioni di rete, dal momento che la prospettiva verso cui si stanno immaginando gli interventi sociali è quella di un welfare comunitario, in cui la sinergia tra professionisti ed associazioni è fondamentale per contribuire ad arginare sacche di povertà e disagio sociale, in cui attori sociali ed istituzionali convergono per offrire risposte integrati a bisogni sempre più diffusi di una fetta di popolazione.

Per Save the Children, Carla Sorgiovanni ha ribadito come l'emergenza sanitaria ha amplificato criticità preesistenti e generato un aumento notevole nel numero di famiglie in difficoltà. Da una indagine di Save the Children è emerso che poco meno del 40% di famiglie con bambini di età compresa tra gli 8 e i 17 anni è in condizioni di fragilità socio-economica a cui si aggiunge la contrazione delle opportunità educative che genera nuove povertà. Di fronte al nuovo scenario e per garantire a tutti i bambini e ragazzi di potere costruire il proprio futuro al meglio, noi di Save the Children abbiamo intensificato il nostro intervento con le istituzioni e con le altre organizzazioni firmatarie del protocollo.

Giuseppe Bognoni in rappresentanza del Banco Alimentare ha evidenziato invece la centralità di aiuti alimentari per fare fronte alle necessità economiche di molte famiglie, a cui si potranno presentare opportunità diverse per attingere a servizi

L'Assessore alle Politiche Sociali, Lucia Nucera, confermando il proprio sostegno ad iniziative così pregevoli, ha rilanciato l'impegno del Comune di Reggio Calabria per l'apertura di nuovi servizi di prossimità per i soggetti più fragili e la pianificazione di attività diverse.

Per l'Avv. Alessandra Tavella di Unicef:<<l'impegno preso, siglando il protocollo d'intesa con le realtà presenti, viene rinnovato alla luce delle nuove esigenze. Il comitato provinciale Unicef di Reggio Calabria metterà a disposizione la propria rete di volontari, professionalità qualificate per le attività dello sportello informativo presso il Tribunale per i minorenni di Reggio Calabria, in un'ottica di collaborazione e condivisione a favore dell'infanzia e dell'adolescenza>>

Alessandra Callea per la Camera Distrettuale Minorile e Mario Nasone per il Centro Comunitario Agape hanno concluso i lavori spiegando i servizi offerti dallo sportello di ascolto, consulenza e sostegno:

Ø Consulenza/accompagnamento sui servizi in città per famiglia e minori

Ø Consulenza legale su appuntamento nei casi non coperti dal gratuito patrocinio, ove ricorra la necessità supporto processuale

Ø Supporto psicologico con professionisti dei soggetti della rete

Ø Segnalazione e collaborazione reciproca con i servizi sociali del Comune, con il Tribunale per i Minorenni, con il Banco alimentare e la Diocesi.

CHI SI PUO RIVOLGERE ALLO SPORTELLO

ü Famiglie con minori che hanno esigenza di ascolto e aiuto

ü Associazioni, volontari, insegnanti, parroci e tutti i cittadini interessati ad azioni di aiuto e sostegno per le famiglie in difficoltà

ü Servizi sociali del territorio, per interventi di supporto ed integrazione.

DOVE RIVOLGERSI

Telefonando a 3295313064 – 3291811546 – 0965 894706

Inviando una email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.